Come Aprire Un B&b In Sicilia 2017?

Come aprire affittacamere in Sicilia?

Per poter aprire un’attività di Affitta camere in Sicilia, bisogna disporre di determinati requisiti previsti dalla Legge. Innanzitutto “non aver riportato o essere stato riabilitato per le condanne elencate agli articoli 11e 92 del T.U.L.P.S., convalidato con R.D. del 18 giugno 1931 n. 773 e ulteriori modifiche”.

Quante camere può avere un bed and breakfast in Sicilia?

E’ consentito l’utilizzo fino ad un massimo di cinque camere. Vi potranno quindi essere B&B con una, due, tre, quattro o cinque camere per gli ospiti, secondo le condizioni strutturali e la capacità di gestione della famiglia.

Quanti soldi ci vogliono per aprire un bed and breakfast?

Generalmente, l’investimento iniziale medio per aprire un B&B, in una struttura di proprietà, si attesta sui 30.000 – 40.000 euro, considerando in tale cifra i costi per piccoli interventi di ristrutturazione, l’arredo e l’allestimento delle camere, dei bagni e degli spazi comuni nonché i costi per gli adempimenti

You might be interested:  Dove Si Trova La Casa Di Montalbano In Sicilia?

Che documenti ci vogliono per aprire un B&B?

Aprire un bed and breakfast: che documenti servono?

  • Documento di identità e codice fiscale del titolare.
  • Ubicazione della struttura.
  • Numero di posti letto e distribuzione.
  • Servizi igienici a disposizione degli ospiti.
  • Eventuali servizi complementari.
  • Periodo di esercizio e chiusura dell’attività

Come aprire un B&B in Sicilia 2020?

Per iniziare l’attività di Bed and Breakfast in Sicilia è necessario presentare al SUAP del Comune ove è ubicato l’immobile la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) utilizzando la modulistica disponibile sul sito della Regione Sicilia.

Cosa ci vuole per aprire un affittacamere?

Aprire un affittacamere: i passi da compiere e i requisiti

  1. Aprire partita IVA.
  2. Consegnare la SCIA.
  3. Comunicazione degli ospiti alle autorità
  4. Natura dell’attività
  5. Residenza e luogo di esercizio.
  6. Obbligo di interruzione dell’attività
  7. Fornitura di servizi complementari.

Quante camere può avere un B&B?

L’alloggio deve avere massimo da 3 a 5 camere (i requisiti variano da regione a regione) debitamente arredate con letto, armadio, comodini, lampade, sedie, cestini gettacarte, per un massimo di 6/20 posti letto (i requisiti variano da regione a regione).

Quante stelle può avere un B&B?

In quel disegno di legge sono tre le categorie dei Bed & Breakfast previste: una stella che prevede un ‘ampiezza della camera singola di almeno 10 mq, mentre di 20 mq per la doppia; due stelle per le singole fino a 14 mq e le doppie sempre 20 mq; tre stelle invece per dimensioni maggiori.

Che differenza c’è tra un B&B e affittacamere?

La differenza tra B&B e affittacamere è sottile: mentre i primi sono generalmente considerati strutture ricettive a conduzione familiare, gli affittacamere sono vere e proprie strutture ricettive extra alberghiere.

You might be interested:  Quick Answer: Dove Nevica In Sicilia?

Quante camere può avere un B&B in Lombardia?

In casi come questo, è fondamentale essere a conoscenza della normativa vigente nel proprio territorio. La Lombardia, ad esempio, ha una normativa specifica a riguardo. Una legge del 2015, infatti, ha disposto che un B&B può avere al massimo 4 camere per un totale di 12 posti letto.

Cosa non deve mancare in un bed and breakfast?

Chi non ha l’apposita autorizzazione dell’ASL potrà servire solo alimenti confezionati e sigillati, al massimo potranno essere riscaldati, ma senza manipolazioni. Cosa non deve mancare: frutta di stagione, acqua, cereali, marmellate e miele, caffè, the, burro, latte, yogurt, fette biscottate, pane.

Come aprire un B&B in una casa in affitto?

Di norma per aprire un ‘attività di b&b in casa propria, non è necessario aprire una partita Iva, né iscriversi al Registro delle imprese tenuto presso la Camera di commercio, poiché per la legge è un ‘attività a carattere occasionale.

Come gestire fiscalmente un B&B?

In Breve – I proventi dell’attività di B&B, al netto delle spese inerenti documentabili, sono tassati come “redditi diversi” derivanti da attività commerciale non esercitata abitualmente. È necessario che il gestore del B&B si doti di un bollettario per quetanziare l’incasso dei singoli corrispettivi.

Come funziona in un B&B?

Un B&B nasce come attività integrativa familiare all’interno della propria abitazione e può ospitare al massimo 12 turisti in circa 3 o 4 camere. L’attività si svolge in maniera NON continuativa, tanto da non essere classificata come impresa vera e propria.

Cosa vuol dire trattamento bed and breakfast?

La risposta può sembrare banale, ma è bene specificarlo: come si evince dal nome stesso, un bed and breakfast offre pernottamento e colazione (e ovviamente relativa accoglienza). Questi tre, infatti, sono i servizi di base che è obbligatorio offrire agli avventori per legge.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *